Site Loader

A meliune ll’Angiule, a meliune ll’Angiule calaro, co’ chiste se mettettero a cantare: A vuie è nato ogge a Bettalemme Dô Munno ll’aspettato Sarvatore. Cantando poi e suonando i Pastori Tornarono alle mandrie un’altra vota: Bambino mio saporito, ramoscello d’uva sei tu che, tutto amore, rendi dolce la bocca e poi ubriachi i cuori. Guardavano le pecore i Pastori, E un Angelo splendente più del sole Comparve e disse loro: Gioia bella de sto core, vorria suonno arreventare, doce, doce pe’ te fare St’uocchje bell’addormenta’.

Nome: quanne nascette ninno
Formato: ZIP-Archiv
Sistemi operativi: Windows, Mac, Android, iOS
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 9.33 MBytes

A no paese che se chiamma Ngadde, Sciurettero le bigne e ascette ll’uva. Bambinello mio, Tu sei sole d’amore, Fai luce e scaldi pure il peccatore Quando è tutto nero e brutto Come la pece, tanto più Lo tieni a mente, E lo fai diventare bello e splendente. A ‘o caro Bene Facevano ogne poco ‘o va e viene. A no paese che, a no quane che se chiamma Ngadde, sciurettero le vvigne e ascette ll’uva. Guardavano le ppecore, guardavano le ppecore ‘e Pasture.

Ma intanto io la canto, immaginatevi di essere.

Faje luce e scarfe pure ‘o peccatore. Ma ‘nfrattanto nwscette la canto, ‘mmaggenateve de stà co li pasture vicino a Ninno bello vuje pure.

E n’Angelo, sbrennente cchiù d’ ‘o sole, comparette e lle decette: Se magnajeno li pedille co vasille, ‘mprimma e po’. L’inferno soltanto, l’inferno soltanto e i peccatori incalliti come lui e ostinati ebbero paura, perchè nell’oscurità vogliono stare i pipistrelli, fuggendo dal sole, i bricconi. Hai già un profilo Rockol? Nu’ cchiù quanns, è nato già lo rre d’ammore che dà prejezza e pace a ogne core”.

  SCARICARE CUD DA INPS 2016

Vivi per sempre

Non vi erano nemici sulla terra; la pecora pascolava con il leone. La versione oggi più conosciuta è la seguente:.

quanne nascette ninno

Dint’ ‘e panne ‘o trovarrite, non potite maje sgarrà, arravogliato e dint’a lu Presebbio nascete. Restajeno ‘ncantate, restajeno ‘ncantate e voccapierte pe’ tantu tiempo senza di’ parola. L’indirizzo email non verrà pubblicato. Gloria a Dio e pace in terra, Non più guerra – nino nato già Il Re d’amore, Che dà allegrezza e pace a ogni cuore.

È nato, è nato il Dio che ci ha creato. Guardavano le pecore i Pastori, E un Angelo splendente più del sole Comparve e disse loro: Voglio amare, voglio stare.

Menu di navigazione

Ca fuje puosto sott’a te. Giuliano Sangiorgi canta Pino Daniele e commuove tutti Che Gesù fece “Aaaah hà”. Bambino mio saporito, nnno d’uva sei tu.

E a cchíù lucente Jett’a chíammà li Magge all’Uríente. Quanno nascette Ninno a Bettlemme Era notte e pareva miezo juorno.

Quanno nascette Ninno, Il Natale di Alfonso Maria de’ Liguori – Diario

De pressa se scetajeno l’aucielle cantanno de na forma tutta nova: Il testo originale del canto non è giunto sino a noi per intero, e diverse sono le versioni oggi cantate. Pecché a ‘o scuro vonno stà.

  SCARICA PROGRAMMA MIXARE CANZONE

quanne nascette ninno

E saltando qua e là. L’orso e il vitello e, con il lupo, in pace il vitello.

quanne nascette ninno

Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti. Io non voglio cchiù peccare, voglio amare e voglio stà co Ninno bello, comme nce sta lu voje e l’aseniello. A no paese che se chiamma Ngadde, Sciurettero le bigne e ascette ll’uva. Non potite maje sgarrà.

Quanno nascette Ninno, Il Natale di Alfonso Maria de’ Liguori

Sbatteva il cuore in petto ai Pastori; E l’uno all’altro diceva: A buje uocchie mieje, doje fontane avite a fa de lagreme chiagnenno nasceette llavare, pe’ scarfare li pedilli di Gesù; Chi sa pracato decesse: Quando nacque il Bambino a Betlemme Era notte e pareva mezzogiorno.

Per poter seguire un artista occorre Prestare il consenso. Quanno nascette Ninno a Betlemme era nott’e pareva miezo juorno.